Il filo interdentale per il bambino: si o no?

Secondo le indicazioni dell’American Dental Association (ADA) bisognerebbe iniziare ad utilizzare il filo interdentale quando i denti del bambino, dopo l’eruzione, iniziano a toccarsi. Poiché la tecnica di utilizzo del filo interdentale è difficile da padroneggiare, prima di utilizzarlo è consigliato chiedere aiuto al proprio dentista e all’igienista dentale che sapranno educare al meglio genitori e piccoli pazienti all’utilizzo di tutti i presidi per l’igiene orale.

Il filo interdentale è un utile strumento per migliorare l’igiene orale di adulti e bambini: rimuove il cibo tra i denti e previene la formazione della placca, andando a potenziare l’azione dello spazzolino, le cui setole non raggiungono al meglio gli spazi interdentali, e riducendo così l’insorgere di carie e infiammazione gengivale.

I denti da latte presentano un’anatomia differente dai denti permanenti: sono in contatto fra loro attraverso aree più ampie. I residui alimentari rimangono intrappolati con più facilità in queste zone e favoriscono la formazione della placca e di conseguenza l’insorgenza di carie e gengiviti.

Ecco a voi alcuni semplici suggerimenti per insegnare al vostro bambino l’utilizzo del filo interdentale:

– utilizza circa 40 cm di filo interdentale. Avvolgi la maggior parte intorno al dito medio di entrambe le mani. Tieni il filo tra il pollice e l’indice. Utilizza un dolce movimento di ‘avanti e indietro’ per guidare il filo tra i denti;

– curva il filo a forma di C e guidare nello spazio tra la gengiva e il dente fino a sentire resistenza. Raschiare delicatamente il filo contro il lato del dente;

– ripeti questi passaggi su ogni dente. Non ti dimenticare le superfici degli ultimi denti in ogni angolo della bocca.

Perché la tecnica per l’uso del filo interdentale è difficile da padroneggiare tanto per gli adulti ma soprattutto per i bambini, il genitore dovrebbe passare il filo interdentale tra i denti del proprio bambino fino a che non può  farlo da solo (ed in seguito sotto la sua supervisione).

Un’alternativa valida, nel caso neanche il genitore abbia molta destrezza con il filo, sono gli archetti e gli scovolini.

L’archetto è uno strumento di plastica in cui il filo interdentale è già tagliato e pronto all’uso, teso su due astine dell’archetto.

Archetti interdentali

Lo scovolino invece è uno spazzolino molto sottile con testina cilindrica o conica con un’anima centrale in cui sono incastonate le setole.

Scovolino

Poiché le gengive dei bambini sono molto sensibili è importantissimo essere molto delicati nell’utilizzo dei presidi indicati e il loro uso può avvenire soltanto dopo aver ottenuto precise indicazioni dal dentista e dall’igienista dentale.

Dallo staff di igieniste dentali di SPLAT (www.vivasplat.com)

Annunci

Prestazioni odontoiatriche in gravidanza

La gravidanza è un periodo molto delicato per la salute orale, infatti le comuni alterazioni ormonali e fisiologiche che si attraversano in questo periodo vi renderanno più vulnerabili e potranno determinare un aumento delle patologie odontoiatriche rendendo necessario l’intervento del dentista.

Durante la gravidanza denti e gengive hanno bisogno di attenzioni maggiori rispetto alla comune igiene orale quotidiana.

bocagravidez05-06-13Lavare i denti e usare il filo interdentale regolarmente è sicuramente una delle attenzioni principali, vi consigliamo di stare attente a tenere puliti i denti vicino al margine gengivale in modo da evitare la possibilità di incorrere in problematiche come la gengivite.

Uno degli altri accorgimenti da seguire è osservare una dieta bilanciata evitando l’abuso di cibi dolci dando più spazio a frutta e verdura.

Ma si può sempre intervenire in questo periodo? E’ pericoloso per il bambino?

Per prima cosa nel momento in cui sentite un fastidio o volete semplicemente effettuare un controllo dovrete informate il vostro dentista della gravidanza in corso. Il vostro dentista di fiducia saprà indicarvi ottimamente la soluzione e il trattamento più adatto al vostro caso.

Alcuni dentisti sconsigliano le assunzioni di farmaci e le prestazioni in alcuni trimestri piuttosto che in altri, ma essendo una materia abbastanza complessa e ancora in larga parte non ben approfondita ci sentiamo di sconsigliare e di rimandare alla fine della gravidanza qualunque tipo di prestazione.igiene-orale-in-gravidanza

Sconsigliate quindi le prestazioni odontoiatriche durante tutto il periodo della gravidanza, quindi no a otturazioni, devitalizzazioni, anestesie, antidolorifici, raggi X e quant’altro ( a meno che non siano obbligatoriamente necessarie ).

Per quanto riguarda le sedute di igiene orale professionale possono essere eseguite durante tuto il periodo di gestazione senza alcun tipo di problema, vi raccomandiamo comunque di avvertire la vostra igienista del vostro stato di attesa.

Dopo il parto è consigliabile eseguire nuovamente un controllo dal dentista.

Sicuramente uno dei consigli principale rivolto a chi programma una gravidanza è di effettuare controlli ed eventuali terapie odontoiatriche prima di affrontarla.

SPLAT SPECIAL ORGANIC Le donne in gravidanza hanno bisogno di dentifrici particolari adatti alle loro esigenze. SPLAT SPECIAL ORGANIC è raccomandato per rafforzare lo smalto dei denti e per la protezione delle gengive, soprattutto durante la gravidanza e l'allattamento. Grazie all'Aloe Vera il dentifricio ORGANIC della linea special previene l'infiammazione e il sanguinamento delle gengive.

SPLAT SPECIAL ORGANIC
Le donne in gravidanza hanno bisogno di dentifrici particolari adatti alle loro esigenze. SPLAT SPECIAL ORGANIC è un dentifricio in gel raccomandato per rafforzare lo smalto dei denti e per la protezione delle gengive, soprattutto durante la gravidanza e l’allattamento.
Grazie all’Aloe Vera il gel ORGANIC della linea special previene l’infiammazione e il sanguinamento delle gengive.

Marianna Lagani

© Riproduzione riservata

Seguici su Facebook Twitter | Instagram | Google Plus |